Crema di lenticchie profumata al rosmarino

Crema di lenticchie

Crema di lenticchie

Alcuni cibi suscitano reazioni estreme . Si amano alla follia o si detestano. Tra questi citerei sicuramente le creme e vellutate di verdure o legumi. Alcuni reputano che siano brodaglie informi prive di qualsiasi utilità a tavola, altri le trovano estremamente gradevoli. Io mi trovo d’accordo con questo secondo gruppo di persone, perché oltre ad essere davvero un piatto sano, se ben fatte sono davvero squisite. Peraltro, in queste giornate invernali ( anche se non particolarmente rigide, almeno a Roma), si fanno davvero apprezzare. Quella che segue, più che una vellutata è una crema, abbastanza densa perché deve prestarsi ad essere mangiata direttamente con la sfoglia di pane croccante, ma sulla densità ovviamente si può dire la propria variandola a piacere. Il pane utilizzato per i crostini è il mio amato pane a lievitazione naturale sfornato il giorno precedente. Si tratta di un pane sciapo, ma anche ai non amanti del genere dico di usare proprio questo, perché poi diventerà ben saporito col modo in cui lo tratteremo.
Che dire, buon appetito !
Crema di lenticchie

Crema di lenticchie

Ingredienti per 4 persone :
  • 300 gr di lenticchie 
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla
  • 3 cucchiai di passata di pomodoro
  • 1 rametto di rosmarino
  • 4 cucchiai di olio extravergine
  • Acqua bollente
  • Sale
  • Panna fresca 50 ml
  • Pane sciapo a piacere
Preparazione: se utilizzate lenticchie che prevedano ammollo, fatelo e poi procedete comunque col resto del procedimento, altrimenti iniziate direttamente da qui: tritare cipolla e carota, metterle in un tegame con l’olio e fare un soffritto a fuoco dolce. Senza far dorare eccessivamente il trito di verdure, aggiungere il pomodoro, le lenticchie e lasciare amalgamare sempre a fuoco dolce per qualche istante. Versare l’acqua, il rosmarino e salare. Bollire dolcemente fino a quando le lenticchie saranno tenere. Aggiungere acqua se dovesse esservi bisogno. La densità della crema è molto personalizzabile, io sono partita coprendo di due dita le lenticchie e aggiungendone comunque un po’ di tanto in tanto visto che evapora in fretta. A fine cottura avevo le lenticchie appena coperte da acqua, per ottenere una crema densa.
Una volta cotte, togliere il rametto di rosmarino e passarle col mixer ad immersione fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Aggiungere la panna e dare qualche altro colpo di mixer.
Per i crostini: scaldare il forno a 200 gradi, tagliare delle fette di pane più sottili possibile, adagiarle su una teglia con carta forno, salarle e oliarle ed infornare fino a quando non dorino.
In un piatto mettere la crema, un filo di olio extravergine e servire con le sfoglie di pane calde.

2 thoughts on “Crema di lenticchie profumata al rosmarino

  1. Ma se la faccio con il Bimby rischio la decapitazione?? Cmq, pane a lievitazione naturale pronto…lenticchie messe a bagno…Bel piattino saporito. ..a noi due!! GNAM!

    • Nessuna decapitazione….il bimby è un ottimo alleato per questo tipo di preparazioni, ed omogeneizza benissimo. Otterrai una crema perfetta !!!!

Comments are closed.