Cheesecake nocciole e pere

DSC_0022

Cheesecake nocciole e pere- Per giustificare un’assenza così lunga dovrei, come minimo, mettermi a raccontare gli ultimi mesi della mia vita. D’altro canto, sono più che certa che siate qui non per sentir parlare di antibiotici e disavventure varie, quanto, piuttosto, per cercare qualcosa che delizi il vostro palato.
Beh, vi garantisco che questa ricetta davvero vi regalerà momenti di felicità, non solo nel mangiarla, ma anche nel prepararla. Velocissima, fresca, cremosa e buonissima. Ottimo dolce da fine pasto, quindi potete rivendervela tranquillamente al prossimo invito a cena da amici.
Unica raccomandazione: gli ingredienti elencati devono essere reperiti con la massima cura. Mi spiego meglio; la pasta di nocciole non potete sostituirla con una “Nutella” qualsiasi. Avete bisogno di una pasta di nocciola pura  al 100%: la potete trovare nei negozi di alimentazione biologica o nei negozi di articoli da pasticceria.

Detto questo, vi lascio alla ricetta: buon divertimento !

DSC_0058

Ingredienti :

  • Per la base
    200 gr biscotti pan di stelle
    110 gr burro
  • Per la farcia:
    500 gr di Philadelphia in vaschetta
    250 gr panna fresca
    170 gr zucchero
    170 gr pasta di nocciola al 100%
    10 gr di colla di pesce
    Stecca di vaniglia
  • Per la gelatina di pere:
    250 gr di pera williams mondata e pulita a cubetti
    70 gr zucchero
    4 gr colla di pesce

DSC_0042

Preparazione:

Organizzatevi con uno stampo a cerniera apribile di 26/28 cm di diametro .
Frullare i biscotti e mescolarli bene col burro fuso. Fate uno strato contattandolo meglio possibile e riponetelo in frigo per una mezz’ora. Intanto preparate la farcia: montate la panna lasciandone da parte circa 50 ml, e tenete da parte . Ammollate la gelatina in acqua fredda .
Con una frusta lavorate la Philadelphia, lo zucchero, la vaniglia. Prendete la pasta di nocciola , se dovesse essersi separata in due parti ( cosa molto probabile), una oleosa e una di pasta, mettetela in un frullatore o il bimby e fate in modo che le due parti si uniscano nuovamente in un solo impasto. A questo punto unitela all’impatto di Philadelphia. Ora amalgamate la panna montata ( semimontata ovviamente, aerata ma non a neve !!!) mescolando dal basso verso l’alto. In un pentolino scaldate la panna messa da parte e scioglietevi la gelatina ammorbidita ben strizzata. Unire delicatamente anche questo composto e poi porre il tutto nello stampo a cerniera. Lasciare in frigo a rassodarsi.
Dopo due ore si può procedere con la gelatina di pere: frullare la polpa di pera con lo zucchero e porre sul fuoco. Al raggiungimento degli 80 gradi o comunque appena si scalda in maniera apprezzabile, sciogliervi dentro la colla di pesce ammollata come in precedenza. Attendere qualche minuto che la temperatura si abbassi un po’ poi mettere il composto sopra il dolce e rimettere in frigo . La ragione per cui sostanzialmente non faccio cuocere per niente la pera é che mi piace la freschezza del sapore a crudo della pera, che accompagna magnificamente la nocciola. La pera williams é stata la mia scelta proprio per il suo sapore dolce e succoso, ottimo anche a crudo . Se proprio volete saltare questo passaggio potete sostituire quest’ultima parte con una confettura di pere, ma non sarà la stessa cosa.
Per ultimo, potete decorare con mezza pera williams tagliata come ho fatto io. Per non farla annerire l’ho semplicemente immersa qualche secondo in acqua e limone dopo averla tagliata.

Spero di essere stata chiara ed esauriente, se qualcosa non lo fosse fatemi sapere e provvederò !

DSC_0033

4 thoughts on “Cheesecake nocciole e pere

  1. Cate, complimenti per le foto e per il dolce sofisticato ma allo stesso tempo non troppo difficile da replicare…due domande: per quanto riguarda la farcia, quando metti a scaldare la panna restante e ci fai sciogliere la colla di pesce, prima di incorporarla al resto del ripieno occorre aspettare che si freddi? Poi, una volta che aggiungi la gelatina in superficie, siamo certi che anche a noi mortali rimarrà in superficie? E a questo punto, quanto è necessario che la torta rimanga in frigo prima di servirla?
    Ti giuro che la faccio!!! Devo solo acquistare lo stampo a cerniera e la crema di nocciola al 100%!!!

    • Cara Lory,domande giustissime….Dunque, meglio aspettare qualche istante che freddi leggermente, e per quanto riguarda la gelatina di pere, effettivamente sono stata poco chiara, ma è importante metterla sopra la farcia una volta che questa sia già bella rassodata. Per stare sereni direi che due orette di frigo vanno bene. Dopo questo passo può stare in frigo fino al momento di servire. In generale, non è una torta da fare all’ultimo minuto col tempo contato, ma è anche la sua comodità; si prepara in anticipo e non ci si pensa più !!! Di solito la preparo la mattina per la sera, per dire…..per la colla di pesce stai serena; è semplicissima !!!

Comments are closed.